SuperLega di Pallavolo

SuperLega di Pallavolo 

Il campionato italiano di pallavolo di primo livello, la SuperLega, è da molti considerato il miglior campionato al mondo. La competizione di primo livello conta 12 club impegnati nella stagione regolare e nei playoff. Il livello dei giocatori dei vari club è ovviamente altissimo. 

I giocatori della Superlega di pallavolo non sono noti soltanto per la loro bravura, ma anche per i loro stipendi. Contribuiscono all’alto livello di questo sport in Italia migliaia di tifosi e una lunga tradizione. I club italiani hanno vinto il maggior numero di titoli a livello internazionale, con più Champions League. Il periodo più fortunato è stato tra il 1990 e il 2000. In quegli anni Ravenna, Modena e Treviso hanno vinto tutti i titoli europei tranne uno. 

Precedentemente nota come Seria A, la SuperLega ha ridotto il suo formato da 14 a 12 club. Ha creato regole più severe per quanto riguarda le sedi, gli stipendi dei giocatori e la partecipazione alle partite. 

La Cucine Lube Civitanova è la squadra vincitrice dell’ultima Champions League italiana. La Lube ha vinto la SuperLega di pallavolo per tre anni di seguito, sconfiggendo la Sir Safety Perugia in finale e andando così a creare una nuova rivalità. Al termine dell’ultima stagione regolare, il Perugia aveva un record migliore e 10 punti in più. Ciononostante, la Lube Civitanova è riuscita a vincere il terzo titolo di fila. 

L’attuale stagione 2022/23, la prima con 12 squadre, vede il Sir in testa alla classifica. La Lube Cvitanova, campione in carica, è al quarto posto. Al secondo e al terzo posto ci sono l’Itas Trentino e il Valsa Group Modena. Il quinto posto è attualmente del WithU Verona.

La SuperLega di pallavolo in pillole:

  • La Federazione Italiana Pallavolo fu fondata nel 1946, dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Il primo club campione italiano fu il Robur Ravenna, che vinse i primi quattro tornei. Nel 1977 la Seria A divenne Seria A1. Negli anni ’80 e ’90 salì alla ribalta mondiale, quando i club dominavano in Europa. Dal 2014 il campionato è conosciuto come SuperLega.
  • Il più importante campionato italiano ha 12 squadre nella massima serie. Fino a un paio di anni fa la SuperLega prevedeva la partecipazione di 14 squadre. La stagione 2022/23 è la prima con 12 club.
  • I club italiani hanno il maggior numero di titoli a livello europeo rispetto alle squadre russe. Il Treviso e il Modena hanno vinto la CEV Champions league 4 volte. Il Ravenna e il Trentino 3 volte. Il Parma ha vinto due titoli nei primi anni Ottanta.

L’incredibile Ptoria della SuperLega di Pallavolo

In Italia la pallavolo iniziò a diventare popolare come sport nel periodo tra le due guerre mondiali. La prima federazione nazionale fu creata nel 1929. Tuttavia, il vero inizio della pallavolo organizzata avvenne nel 1946 con la fondazione della Federazione Italiana Pallavolo. Il primo torneo fu organizzato a Gena nello stesso anno. Il campionato fu vinto dal Robur Ravenna vinse il primo campionato.

La pallavolo prese piede nelle regioni settentrionali del Paese, in particolare in Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana. Squadre come Ravenna, Parma e Modena dominarono i primi anni della Seria A. Tuttavia, negli anni ’70 questo sport si diffuse anche in altre regioni. Dal 1977 la Seria A è diventata Seria A1. La Federazione italiana di pallavolo ha un elaborato sistema di competizione con numerosi campionati di livello inferiore. 

Gli anni ’80 hanno segnato l’inizio della ribalta internazionale della Nazionale italiana, a conferma della qualità del campionato nazionale. La Seria A1 ha vissuto un periodo d’oro negli anni ’90, quando i club italiani hanno vinto tutte le Champions League tranne una. I grandi sponsor sostenevano le squadre e i club erano forti. Di conseguenza, molti giocatori internazionali sono venuti a giocare per squadre italiane. Contestualmente, in Italia sono state costruite le migliori infrastrutture per la pallavolo.

La Seria A1 o SuperLega, nome con cui è conosciuta a partire dal 2014, è seguita soprattutto nelle piccole e medie città italiane dove i club non devono competere con il calcio.

Da quando la lega ha cambiato nome sono state introdotte alcune novità. Tra queste, la riduzione del numero dei club che prendono parte alla competizione. Si è passati gradualmente dai 15 del 2018/19 ai 13 dell’anno successivo. La stagione in corso è la prima con solo 12 squadre in competizione per il campionato. 

I club che vogliono partecipare al campionato devono presentare tutti i contratti dei loro giocatori a un organismo di controllo esterno. La capacità massima degli stadi consentita nel campionato è di 3.000 posti. Per consentire lo sviluppo della pallavolo, tutte le squadre che partecipano alla SuperLEga devono avere squadre giovanili e partecipare ai campionati. 

La SuperLega ha anche incoraggiato le squadre ad attirare i tifosi. Una scarsa affluenza significa infatti la mancata trasmissione delle partite in tv. 

Modena è di gran lunga la società di pallavolo italiana più titolata, con un totale di 12 scudetti e quattro trofei di CEV Champion League. La Sisley Treviso ha vinto il titolo per 9 volte. Il Parma ha ottenuto 8 scudetti. La Lube, campione in carica, è la società più vincente degli ultimi 10 anni, con 5 campionati vinti su 7.

Nell’ultimo decennio Lube, Trentino, Modena e Sir si sono date battaglia per lo scudetto. La Lube ha vinto nel 2012, 2014, 2017, 2019, 2021 e 2022. Il Trentino ha vinto nel 2013 e nel 2015. Il Modena ha festeggiato nel 2016. La Sir nel 2018.

L’attuale formato della competizione prevede 12 club e 2 gironi. La stagione va da ottobre a marzo e prevede una partita di andata e una di ritorno. I playoff iniziano a giugno e le migliori 8 squadre passano ai quarti di finale, alle semifinali e poi alla finale. Nonostante un ottimo campionato, la Sir è stata sconfitta dalla Lube nella finale della stagione 2021/22. 

SuperLega di pallavolo: Il quiz a premi di DAZN Bet

La storia della SuperLega di pallavolo, l’ex Seria A1, è legata ad alcuni dei migliori giocatori di pallavolo di sempre. Poiché la SuperLega attira i migliori giocatori e ha il format più competitivo, gli appassionati di pallavolo si godono l’emozionante stagione e i playoff. Tuffatevi nel nostro breve pop quiz e mettete alla prova le vostre conoscenze sulla pallavolo.

Chi ha vinto più titoli?

Il Modena è la squadra di pallavolo italiana più titolata. Il club è entrato in Seria A nel 1968 e non l’ha più lasciata. Il Modena è riuscito a conquistare 12 campionati italiani e ad aggiungere altre 12 vittorie in Coppa. La squadra vanta anche 4 trofei della CEV Champions League, 3 Coppe CEV e 5 vittorie della CEV Challenge Cup. Tutto ciò la rende probabilmente la squadra di pallavolo europea più vittoriosa.

Chi è il giocatore di maggior successo di tutti i tempi?

In Italia hanno giocato molti giocatori di pallavolo di fama mondiale, ma il migliore è considerato Andrea Anastasi. Attualmente Anastasi è l’allenatore della Sir Safety Perugia. Insieme alla nazionale è Campione del Mondo e d’Europa dal 1981 al 1991. Ha giocato per Parma, Modena, Treviso e altri club e ha vinto tre titoli di CEV Challenge Cup. Il capitano dell’attuale nazionale italiana Ivan Zaytsev, invece, è considerato il miglior giocatore del campionato. Lo “zar” ha cambiato numerosi club nel corso degli anni e attualmente gioca per i campioni della Lube. Ha vinto l’argento olimpico a Rio de Janeiro, il secondo posto in Coppa del Mondo in Giappone nel 2015 e 2 volte i Campionati Europei.

Qual è stata la partita di SuperLega di pallavolo più seguita?

La partita più vista della pallavolo italiana è stata quella tra Lube e Sir in una gara di coppa nella stagione 2019/2020. I tifosi presenti erano ben 9.000. 

Chi sono attualmente i migliori giocatori della SuperLega di pallavolo?

La dura competizione e gli innumerevoli giocatori internazionali contribuiscono alla qualità della SuperLega. Secondo le statistiche, i migliori marcatori del campionato sono il turco Adis Lagumdzija, il croato Petar Dirlic e il bulgaro Matey Kaziyski. Questo trio è anche in testa alla classifica degli attaccanti. L’australiano Aidan Zingel è il miglior bloccatore, insieme al serbo Marko Podrascanin e al cubano Robertlandy Simon Aties. Salvatore Rossini è il miglior ricevitore. Noumory Keita il miglior server.