Volleyball Nations League (FIVB)

Volleyball Nations League (FIVB) 

Il profumo dei palasport gremiti. Il coro dei tifosi. Le bandiere sugli spalti. Quell’eco tutta particolare delle scarpe da gioco sulla superficie lucida del campo. E un’aria da Olimpiadi, da grandi occasioni. 

La Volleyball Nations League è tutto questo, e anche qualcosa in più. È un condensato di magia e schiacciate micidiali, di salti sovrumani e tie-break da batticuore. Un nuovo torneo globale che mette di fronte, separati da una rete, i fenomeni delle più forti nazionali al mondo. Per un posto ambitissimo nell’Olimpo dei più grandi. 

Certo, non avrà la storia secolare delle Olimpiadi, né l’inscalfibile caratura dei Mondiali di pallavolo. Ma è esattamente questo il punto. È una competizione diversa, moderna, con formule nuove e tecnologie totalmente inedite. Un modo di vedere il gioco che non guarda al passato ma si proietta in avanti. 

E in ogni caso, anche qui sono di casa e si sfidano i migliori pallavolisti del mondo. Si può assistere allibiti agli stacchi paurosi del francese Earvin N’Gapeth. Alle magie da prestigiatore di Bruno. Alle alzate al millimetro di Simone Giannelli. 

È un condensato di talento, spettacolo e novità. Che si ripete ogni anno per la gioia di tutti i tifosi. 

Ecco in breve tutto quello che c’è da sapere sulla Volleyball Nations League.

Volleyball Nations League: I punti-chiave 

  • La Volleyball Nations League è una competizione internazionale di pallavolo a cui partecipano annualmente i team nazionali membri della Fédération Internationale de Volleyball (FIVB). È nata nel 2018 come “erede” della precedente World League. 
  • Sedici squadre si affrontano in un torneo con gironi all’italiana. Le squadre sono suddivise in due gironi da otto. Le quattro migliori passano alla fase finale a eliminazione diretta.  
  • La prima edizione del torneo si è disputata tra il maggio e il luglio del 2018, con la finalissima ospitata a Lille, in Francia. La Russia si è laureata campione dopo aver battuto i francesi in finale con un netto 3 a 0. 

Una rapida storia della Volleyball Nations League

La Volleyball Nations League (VNL) nasce nel 2018 per volere della Federazione Internazionale di Volleyball (FIVB). 

È da subito concepita come una manifestazione internazionale tra le più importanti a livello pallavolistico, al pari dei Mondiali e dei Giochi Olimpici. Allo stile solenne delle Olimpiadi la Nations League contrappone però una formula moderna e spettacolare. 

La creazione della VNL è annunciata ufficialmente già nell’ottobre del 2017, in sostituzione della World League. Lo scopo della federazione è dare una scossa in positivo alle competizioni di pallavolo, privilegiando lo spettacolo. E un ruolo cruciale, in tal senso, è affidato anche alla tecnologia. Angolazioni di ripresa nuove, più vicine all’azione, per mostrare tutto l’atletismo dei giocatori. E trascinare così gli spettatori davanti alla tv dentro all’azione di gioco.  

L’edizione inaugurale della Nations League va in scena tra maggio e luglio 2018. Il formato iniziale è di 16 squadre suddivise in quattro gironi da 4, ricomposti ogni settimana per cinque settimane di fila. Le squadre si affrontano tra loro in un totale di 120 partite. Le prime cinque squadre classificate, poi, vanno a raggiungere la nazionale ospitante nella fase finale del torneo. Qui ci sono due gironi da tre squadre e una fase a eliminazione diretta.

Nel 2018 la finale vede sfidarsi la Francia padrone di casa e la Russia, incoronata campione dopo aver avuto la meglio sui transalpini con un secco 3 a 0. 

L’anno successivo il torneo va in scena dal 31 maggio al 14 luglio 2019 e ancora una volta è la Russia ad aggiudicarsi la vittoria finale dopo un combattuto 3 a 1 con gli Stati Uniti. Il terzo posto invece spetta alla Polonia (netto 3-0 contro il Brasile del fenomeno Bruno). 

Nel 2020 la Volleyball Nations League deve arrendersi alla pandemia globale di coronavirus. Il torneo viene inizialmente posticipato e poi definitivamente annullato. 

La competizione torna ad essere disputata regolarmente nel 2021. A causa del Covid si decide di adottare la soluzione della “bolla protetta”, pensata per tutelare la salute di atleti e addetti ai lavori. Questa volta in fondo alla competizione arrivano Brasile e Polonia, entrambe solide nazionali ed entrambe quotatissime per la vittoria finale. A spuntarla è la squadra verde-oro, che supera i rivali polacchi in rimonta per 3 set a 1. 

Il 2022 è infine l’anno in cui debutta il nuovo format della Nations League. Le sedici squadre partecipanti vengono ora suddivise in due gruppi da 8, e i gironi hanno una durata totale di tre settimane. In questa fase si giocano 96 partite. Gli otto team migliori passano quindi alle fasi finali. 

Nel 2022 è la Francia, guidata dal coach italiano Andrea Giani, ad aggiudicarsi per la prima volta il titolo. L’atto conclusivo contro gli Stati Uniti è combattutissimo. I transalpini piegano gli avversari solo al tie-break, con il punteggio di 15 a 10. Nella finalina di consolazione, la Polonia sfila all’Italia il podio. 

Volleyball Nations League: DAZN Bet Pop Quiz

E ora è il momento di testare la tua passione con il DAZNbet Pop Quiz! Quanto ne sai di pallavolo? Conosci tutte le curiosità sulla Volleyball Nations League? Sei un semplice curioso o un vero esperto? Dai un’occhiata alle domande qui sotto e metti alla prova la tua conoscenza del torneo!

Qual è la nazionale che ha vinto più titoli in Volleyball Nations League?

La nazionale Russa è la squadra detentrice di più titoli nella brevissima storia della Volleyball Nations League. Si è aggiudicata consecutivamente le prime due finali del torneo, trionfando rispettivamente nel 2018 e 2019 contro Francia e Stati Uniti. Curiosamente, in entrambi i casi gli uomini guidati da Šljapnikov e Sammelvuo hanno battuto i padroni di casa.

Che cos’è la Challenger Cup?

La Challenger Cup è una competizione internazionale che si svolge annualmente. È composta da squadre che non prendono parte alla Nations League. In questo torneo si affrontano otto team: un ospitante e sette provenienti dalle cinque confederazioni continentali di volley (Asia, Africa, Nord America, Sud America ed Europa). Chi vince strappa un pass per l’edizione seguente della VNL. 

Che cos’è la World League di volley? 

La World League è stato il torneo precursore dell’attuale Nations League. Si è svolto annualmente dal 1990 fino al 2017. I dominatori della competizione sono stati il Brasile, con nove vittorie (di cui cinque consecutive), e l’Italia, con otto titoli. L’ultima edizione se l’è aggiudicata la nazionale francese. 

Chi parteciperà alla VNL nel 2023? Dove si terranno le fasi finali?

Le fantastiche sedici che si contenderanno la Nations League 2023 sono Polonia, Stati Uniti, Francia, Brasile, Bulgaria, Germania, Argentina, Canada, Giappone, Iran, Serbia, Italia, Cina, Paesi Bassi, Slovenia e Cuba. Quest’ultima è alla prima partecipazione dopo essersi qualificata vincendo l’ultima Challenger Cup. Le fasi finali della competizione saranno di scena a Danzica, in Polonia.