Lega Basket Serie A Palla

La Lega Basket Serie A

La Lega Basket Serie A è la più importante competizione di pallacanestro in Italia. Non è l’NBA, ma non ha troppo da invidiargli.

La durata di ogni partita è di “soli” 40 minuti, suddivisi in 4 tempi da 10 minuti ciascuno. Ma questo non significa che le partite siano meno intense o richiedano minore sforzo. Anzi, in Lega Basket è tutto più concentrato. 

I campi della Lega Basket Serie A sono più corti rispetto a quelli americani. Ma anche in questo caso si tratta di una differenza che può diventare un punto a favore. Da una parte perché i giocatori avendo a disposizione spazi ridotti affinano i movimenti e la tecnica. Dall’altra i 2 metri in meno significano per il pubblico poter assistere alle partite in modo più coinvolgente. 

Anche in Italia non mancano i giocatori da copertina. Basti pensare a Niccolò Mannion, straordinario talentino della Virtus Bologna. O a Luigi “Gigi” Datome, eccellente ala piccola dell’Olimpia Milano. O a grandi fenomeni che giocano all’estero come Danilo Gallinari, Marco Belinelli e Andrea Bargnani. Quest’ultimo è soprannominato “il mago” ed è stato il primo giocatore europeo a diventare prima scelta assoluta nel draft NBA. 

Continua a leggere qui sotto per conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla Lega Basket Serie A.     

Lega Basket Serie A in Pillole: 

  • La Lega Basket Serie A (in breve Serie A) è la prima competizione italiana di pallacanestro. È organizzata dalla Federazione Italiana Pallacanestro (FIP). È stata fondata nel 1922, anche se il primo campionato non ufficiale risale al 1920. 
  • Le squadre in gara sono 16. Si sfidano in un girone all’italiana con partite di andata e ritorno. Vengono assegnati 2 punti per la vittoria e 0 per la sconfitta. La stagione regolare termina a maggio, alla conclusione delle 30 giornate di campionato. 
  • Le prime 8 squadre classificate nella stagione regolare accedono poi ai play-off. Questa fase cruciale del torneo prevede quarti di finale, semifinali e finalissima. Tutte le partite delle fasi finali sono giocate al meglio delle 5 sfide. Fa eccezione la finale che si gioca su 7 gare. 
  • A differenza di quanto accade nella NBA americana, in Lega Basket Serie A è prevista la retrocessione al termine di ogni stagione. Le ultime due squadre passano in Serie A2. Nella stagione seguente sono sostituite dalle due squadre arrivate in finale ai play-off di A2.
  • Le squadre di Lega Basket Serie A che hanno accesso alle coppe europee sono 5. L’unica squadra italiana a essere ammessa automaticamente all’Eurolega è l’Olimpia Milano. L’Eurolega è la competizione di pallacanestro più importante a livello europeo. 

La Grande Storia della Lega Basket Serie A 

La Lega Basket Serie A nasce ufficialmente nel 1922. In quell’anno la FIP organizza il primo campionato di basket italiano. Già due anni prima, però, si era svolta una competizione tricolore di pallacanestro. Secondo le notizie dell’epoca, fu voluta dalla Reale Federazione Ginnastica Nazionale Italiana. A vincere era stata la Società Educazione Fisica Costanza (Milano), guidata dall’atleta Carlo Andreoli.

Il primo campionato FIP del 1922 si svolse quindi in parallelo con quello della Federazione Ginnastica. La squadra vincitrice fu l’ASSI Milano. Nel 1923 la società lombarda cedette temporaneamente il passo alla “cugina”: l’Internazionale Milano. Si riprese però lo scettro nelle quattro stagioni successive dal 1924 al 1927

Il dominio milanese si interruppe alla fine degli anni Venti. Tra il 1928 e il 1935, infatti, la Lega Basket Serie A diventò appannaggio di due sole squadre. La Ginnastica Roma vinse nel 1928, 1931, 1933, 1935. La Ginnastica Triestina vinse nel 1930, 1932, 1934. Il campionato del 1929 non venne disputato. 

Milano tornò protagonista nel 1936 con la vittoria dell’Olimpia Milano, allora chiamata “Dopolavoro Borletti”. La Borletti allenata da Giannino Valli trionfò anche nei tre anni seguenti inanellando una serie di 4 vittorie consecutive. Prima dello scoppio della guerra vinsero il titolo prima la Ginnastica Triestina (1940 e 1941) e poi la Reyer Venezia (1942, e 1943). Nel dopoguerra salì alla ribalta la Virtus Pallacanestro Bologna, che per quattro volte consecutive vinse il titolo di Basket più ambito in Italia. Nella stagione 1949-1950 iniziò l’egemonia dell’Olimpia Milano, che vinse ben 14 campionati su 18 tra il 1949 e il 1967.

Ci fu poi un breve intermezzo segnato dalla vittoria di Pallacanestro Cantù (1968). Dopodiché si affermò in Lega Sere A un nuovo dominio targato Pallacanestro Varese. I lombardi vinsero infatti 7 campionati nel giro di appena 10 anni (dal 1969 al 1978). 

Gli anni Ottanta furono nuovamente terra di conquista per l’Olimpia, che si portò a casa i campionati 1982, 1985, 1986, 1987, 1989. Ma ci fu spazio anche per una piccola sorpresa. La Victoria Libertas Pesaro vinse il titolo nel 1988 e poi due anni dopo, nel 1990

Gli anni Novanta iniziarono con le inaspettate vittorie della Phonola Caserta prima (1991) e della Pallacanestro Treviso poi (1992). Seguirono annate di successi alternati tra i soliti campioni di Olimpia Milano e Virtus Bologna. 

Il 2000 fu l’anno della Fortitudo Pallacanestro Bologna. Dopo avere perso tre finalissime, quell’anno si aggiudicò finalmente il titolo della Lega Basket Serie A. Il decennio fu poi dominato dalla Pallacanestro Treviso (con tre titoli) e dalla Mens Sana Basket Siena, che vinse il campionato 6 volte dal 2004 al 2011. Il Siena aveva già vinto altri due scudetti nel 2012 e nel 2013, ma gli erano stati revocati per frode sportiva. 

Negli ultimissimi anni la Lega Basket Serie A è ritornata dominio dell’Olimpia Milano. La squadra lombarda ha vinto altri quattro scudetti dalla stagione 20132014 a quella 20212022

Lega Basket Serie A: i Migliori Giocatori della Competizione 

Ecco qui una carrellata dei più forti cestisti che hanno giocato in questa competizione. 

Antonello Riva è stato un fenomeno della pallacanestro degli anni Settanta, Ottanta e Novanta. Debuttò in Serie A con la Pallacanestro Cantù nel 1977. Fin da subito fece sfoggio di una incredibile precisione con il tiro in sospensione, anche da lunghissima distanza. Nel suo albo si contano: 1 Campionato Italiano (1981), 3 Coppe delle Coppe, 2 Coppe dei Campioni e una Coppa Intercontinentale. Riva detiene anche il record di punti segnati nella storia della Serie A. Sono 14.397 in 785 gare tra il 1977 e il 2002. Le sue doti e la sua prestanza fisica gli sono valsi il soprannome di “Nembo Kid di Rovagnate”. 

Il secondo nella classifica marcatori di tutti i tempi in Serie A è Oscar Schmidt, con 13.957 punti totali. Fenomeno brasiliano, ha militato in Italia nel Caserta (1982-1990) e nella Pallacanestro Pavia (1990-1993). Schmidt è al secondo posto, ma ha giocato soltanto la metà (o quasi) delle partite rispetto a Riva. È il giocatore straniero che ha segnato più punti in Serie A. Inoltre, è noto per aver superato i 5 canestri in una singola gara. Gli è accaduto ben 28 volte). 

Altra stella del passato in Lega Basket è Carlton Myers. Cestista italiano di madre riminese e padre caraibico, ha giocato in A con Pesaro, Rimini, Fortitudo Bologna, Virtus Roma e Mens Sana Siena. Nella sua ventennale carriera ha infranto ogni record. I tifosi sono affezionati a uno in particolare. Il 26 gennaio 1995 Myers mise a segno 87 punti in una sola partita (36 nel primo tempo, 51 nel secondo). Carlton Myers è stato anche un pilastro della Nazionale Italiana di Pallacanestro, che ha capitanato con successo negli anni Novanta. 

In anni più recenti la Lega Basket Serie A ha visto alzarsi sempre di più il coefficiente di talenti schierati. C’è stato il fortissimo e sregolato playmaker Gianmarco Pozzecco, oggi commissario tecnico della Nazionale. Poi c’è la fenomenale guardia Marco Belinelli. Ha esordito in Serie A con la Virtus nel 2001. Poi è passato alla Fortitudo. Nel 2007 si è guadagnato l’Olimpo del basket ed è andato a giocare nel campionato NBA con i Warriors. È l’unico cestita italiano ad aver conquistato un titolo NBA nella stagione 2013-2014, con la maglia dei San Antonio Spurs. 

C’è poi Danilo Gallinari, ala fortissima attualmente impegnata con i Boston Celtics in NBA. Anche lui ha mosso i primi passi nel basket che conta sui campi di serie A. Prima a Pavia (2005-2006) e poi con l’Olimpia Milano (2006-2008, più una breve parentesi nel 2011). 

E come dimenticare il “mago” Andrea Bargnani, anche lui orgoglio nostrano in terra americana. Bargnani è il primo giocatore italiano ed europeo a essere diventato prima scelta nel Draft NBA (2006). Ma prima di trasferirsi oltreoceano ha deliziato gli amanti della pallacanestro anche in Italia. Nel 2003 ha esordito infatti in Serie A con il Treviso. Nel 2006, prima di approdare ai Toronto Raptors, ha vinto lo scudetto. 

La Lega Basket Serie A è ancora oggi la culla di talenti cristallini. Che siano assistman da record come Andrea Cinciarini o giovani promesse come l’italo-americano Niccolò Mannion, qui si scontrano giocatori forti e veri. A volte scelgono di volare in America per nuove sfide, ma spesso restano in Italia. A lottare per la vittoria e a giocare per il pubblico italiano. 

 Seria A – Una nuova stagione: Seria A 23/24

Sono 20 le squadre che parteciperanno alla stagione di Serie A 2023/2024. Le giornate in programma sono 38, con partite di andata e ritorno. La squadra campione d’Italia è il Napoli.  Lasciano il massimo campionato di calcio italiano lo Spezia, la Sampdoria e la Cremonese, retrocesse in Serie B. Prendono il loro posto il Frosinone, il Genoa e il Cagliari.

Il via della stagione è fissato per il 19 agosto 2023. Il campionato si concluderà il 26 maggio 2024. Dopo il trionfo dello scorso campionato il Napoli si presenta ai nastri di partenza come grande favorito. In panchina per gli Azzurri non ci sarà però Luciano Spalletti, che ha scelto di prendersi un anno sabbatico. Al suo posto il francese Rudi Garcia. A provare a scucire lo Scudetto dalle maglie del Napoli ci sarà l’Inter di Simone Inzaghi. Dopo aver sfiorato la vittoria in Champions League, i Nerazzurri torneranno ancora più carichi. L’altra squadra di Milano, il Milan, è alle prese con una ristrutturazione interna: da vedere se riuscirà a restare competitiva. Un interrogativo che riguarda anche la Juventus. Confermato Massimiliano Allegri in panchina, molto dipenderà dalla rosa che riuscirà ad allestire la società. Anche in casa bianconera, però, c’è voglia di lasciarsi alle spalle una stagione da dimenticare. Possibili outsider sono Lazio e Roma, con Maurizio Sarri e José Mourinho ancora in panchina. Un campionato avvincente anche per quel che riguarda la lotta salvezza. Le neopromosse ce la metteranno tutta per restare in Serie A: formazioni come Salernitana, Lecce, Hellas Verona e Empoli sono avvisate.

Lega Basket Serie A: DAZN Bet’s Pop Quiz 

È arrivato il momento del DAZN Pop Quiz! 

Sei un appassionato di basket italiano? Conosci la Lega Basket Serie A come il palmo delle tue mani? Mettiti alla prova sulla storia, i record e le curiosità di questo entusiasmante torneo. Buon divertimento!

Quali e quante squadre giocano attualmente in Lega Basket Serie A? 

Oggi la Lega Basket Serie A è costituita da 16 squadre. Ecco l’elenco, in ordine sparso. Sassari, Tortona, Pesaro, Trentino, Milano, Brescia, e poi Napoli Basket, Givova Scafati, Brindisi, Treviso, Varese, Trieste, Venezia, Verona, Bologna e Reggio Emilia. 

Quali squadre hanno vinto di più nella storia della Lega Basket Serie A? 

Al primo posto tra le squadre più vincenti nella storia del torneo c’è l’Olimpia Milano. Il team lombardo ha dominato la competizione dagli anni Trenta del secolo scorso. Ha accumulato in bacheca la bellezza di 29 scudetti, 8 Coppe Italia e 4 Supercoppe italiane. Segue in seconda posizione la Virtus Pallacanestro Bologna con ben 16 scudetti, 8 Coppe Italia e 3 Supercoppe. Sul gradino più basso del podio c’è la Pallacanestro Varese, con 10 scudetti. Merita una menzione la Mens Sana Basket Siena, meglio nota come Montepaschi Siena. La squadra toscana ha vinto ben 8 scudetti, 5 Coppe Italia e 6 Supercoppe. 

Chi sono i migliori marcatori nella storia della competizione?

Diamo un po’ di numeri. Le prime tre posizioni della classifica marcatori di tutti i tempi di Serie A sono occupate dalle leggende Antonello Riva, Oscar Schmidt e Carlton Myers. Riva ha dominato per tre decenni negli anni Settanta-Novanta. Ha totalizzato in carriera il numero impressionante di 14.397 punti. Con quasi la metà delle partite giocate (403) il brasiliano Oscar Schmidt è riuscito invece a infilare a canestro 13.957 punti. Terzo posto all’italo-caraibico Carlton Myers, che ha messo in cassaforte 11.320 punti. 

Chi sono stati i migliori e i peggiori della stagione 2021/2022 di Lega Basket Serie A?

La stagione di basket 2021-2022 è terminata con il ventinovesimo successo dell’Olimpia Milano. La squadra allenata da Ettore Messina è stata la più solida del campionato, grazie anche a uno staff di allenatori e preparatori più che all’altezza del compito. Anche la Virtus Bologna, nonostante il mancato scudetto, si è distinta per prestazioni e risultati. 

Grande flop per la Fortitudo Bologna, che con 9 vittorie e 21 sconfitte è retrocessa in A2. 

Neppure la Reyer Venezia ha saputo brillare. Guidata da Walter De Raffaele, dopo anni recenti di straordinarie vittorie, la squadra della laguna si è dovuta accontentare di un quinto posto. 

Quali giocatori della Lega Basket Serie A sono andati in NBA?

Il primo ad andare in NBA è stato Andrea Bargnani. Nel 2006 è stato selezionato come prima scelta assoluta nel Draft. Il “mago” ha esordito in NBA con i Toronto Raptors. Bargnani si è poi distinto anche con le casacche dei New York Knicks (2013-2015) e dei Brooklyn Nets (2015-16). 

Sono andati in NBA anche altri due talenti italiani. Marco Belinelli ha giocato con i Warriors, i Raptors, gli Hornets, i Bulls e i San Antonio Spurs. I Sacramento Kings, gli Hornets di Charlotte, gli Atlanta Hawks e i Philadelphia 76ers. 

Interessantissima anche la parabola a stelle e strisce di Danilo Gallinari. Oggi ala dei Boston Celtics, Danilo ha raggiunto i New York Knicks nel 2008. Ha poi militato anche nei Denver Nuggets, nei Clippers, negli Oklahoma Thunder e infine negli Atlanta Hawks.